mercoledì 16 maggio 2018

Sfogliata con asparagi, stracchino e pesto

Asparagus and basil pesto tart

Mentre la settimana scorsa pubblicavo l'ultima ricetta con i carciofi (l'ultima ma anche la prima della stagione, almeno per il blog), dal mio forno usciva questa torta salata. Era da un po' che meditavo di prepararne una, affascinata - non lo nego - prima dall'effetto visivo e poi dal gusto e dalla croccantezza. Non avevo idea di cosa avrei usato come base (pasta brisée? pasta sfoglia? ...oppure fillo?) ne' come ingrediente coprotagonista, ma sapevo di volere una torta rettangolare e con gli asparagi sopra. Ogni tanto noi blogger ci fissiamo con un'idea e non c'è verso di tranquillizzarci finchè non la rendiamo concreta, questa immagine che abbiamo in testa ;-)

mercoledì 9 maggio 2018

Hummus di fagioli bianchi e carciofi

Artichoke and white beans dip

Dopo anni trascorsi a mangiare i carciofi a crudo, da un giorno all'altro ho scoperto che questi fiori, a mio avviso, sono molto più buoni da cotti. Quando li mangio crudi li sfoglio lentamente, come se fossero delle grosse margherite, e intingo la parte più tenera della foglia nell'olio (ma anche no). Del carciofo mangio praticamente tutto - eccetto forse le spine - e le mie parti preferite sono il gambo e il fondo, che amo riempire con poco olio buono come se fosse un bicchierino. Questo rituale si conclude ogni volta con la lingua nera e la bocca "legata", e se da piccola cercavo di lavar via il tutto con del succo di limone, oggi preferisco approfittare di questo momento per fare linguacce e ridere per il mio aspetto extraterrestre.

mercoledì 18 aprile 2018

Torta salata di bietole colorate

Rainbow chard crustless quiche

Qualche giorno fa, tra gli ultimi cavolfiori e i primi asparagi, ho individuato delle bietole con la costa colorata ed è stato come ritrovarsi nella home di Pinterest o nel farmers market di Union Square a Manhattan. Se come me siete abituati a trovare prodotti "normali", in una realtà cittadina che a volte è più simile a quella di un piccolo paese, potete capire il mio entusiasmo. Non mi capita facilmente di trovare ortaggi fuori dall'ordinario, magari di un colore diverso o di una varietà meno diffusa, ma quando succede faccio i salti di gioia e non vedo l'ora di presentare il mio bottino all'occhio vigile della macchina fotografica.
Con queste bietole è successo proprio così.

martedì 10 aprile 2018

Burger di broccoli e miglio

broccoli and millet burgers

Arrivo di nuovo di corsa e in ginocchio sui ceci - tanto per rimanere in tema vegetariano - con l'ultima ricetta invernale (e questa volta è vero!). Incoraggiata dal grigiore di questo inizio di settimana, vorrei mostrarvi la ricetta preparata poco tempo fa per rendere giustizia all'ultimo broccolo della stagione.

venerdì 23 marzo 2018

Spiedini con mozzarelline affumicate, cavoletti e speck

Brussel sprouts skewers

Anche quest'anno la Primavera è riuscita ad arrivare prima che io potessi pubblicare tutte le ricette invernali in archivio. In effetti dovevo aspettarmelo, vista la mia latitanza degli ultimi tempi, ma in fondo in fondo speravo di avere il tempo per raccontarle tutte e, magari, assistere al cambio di stagione seduta in poltrona. Invece è successo praticamente l'opposto e ridendo e scherzando Pasqua è vicinissima. Ma Natale non era due giorni fa?

venerdì 9 marzo 2018

Riso ingioiellato

Jewelled rice

Mi piace pensare che cucinare sia un momento evocativo e non solo un gesto (quasi) indispensabile per nutrirsi. Questo si riflette nelle ricette a cui mi affido ogni giorno, nei piccoli segreti di cucina sussurrati dietro ai fornelli ma anche nei gesti compiuti inconsapevolmente, come la scelta di un preciso mestolo per mescolare il sugo.
Per scoprire il potere evocativo di alcune ricette basta leggerne il titolo per ritrovarsi a viaggiare in una dimensione parallela. Ad esempio ogni volta che sfoglio Persiana e vedo la ricetta del riso ingioiellato, non posso fare a meno di proiettarmi in un'atmosfera da mille e una notte. Immagino il profumo dell'incenso, il calore del sole e il colore brillante delle gemme preziose. Dopodichè penso alla Caverna delle Meraviglie di Aladdin e a quanto mi piacerebbe rivedere quel cartone...

mercoledì 28 febbraio 2018

Zuppa di orzo, broccoli e cavolo nero

Broccoli soup with cavolo nero

Da piccola adoravo l'inverno e la neve e nelle rare occasioni in cui al telegiornale annunciavano una nevicata sulla mia città, rimanevo incredula ad aspettare i timidi fiocchi promessi. Se poi la scuola era chiusa passavo la giornata incollata alla finestra giocando a creare aloni di vapore sui vetri, godendo appieno di questo strappo alla quotidianità. Oggi sono decisamente più noiosa: amo la neve in montagna ma non in città, dove crea disagi, e sempre più spesso mi ritrovo ad apprezzare la primavera e le sue tiepide temperature. L'autunno rimane intoccabile nel mio cuore, lo sento, e so che sarà così ancora per molti anni ;-)

venerdì 2 febbraio 2018

Vellutata di porri alle mandorle e prezzemolo

Leek and almond soup

Febbraio mi ha colta impreparata, ma da qualche anno ho imparato che a lui piace arrivare di sorpresa. Dopotutto è il mese del Carnevale, delle frittelle e dei coriandoli sparsi ovunque, persino nei calzini. Ormai so che a gennaio piace correre, soprattutto dopo le feste, e so che mentre io sono intenta a pensare ai buoni propositi la pagina del calendario gira da sola, come per magia. Se con la testa sono già in primavera (qui tra asparagi e agretti - comprati per esigenze fotografiche - mi sembra davvero di vivere qualche mese in avanti), ogni volta che esco e indosso la giacca pesante provo una sensazione di conforto. Conforto perchè mi sembra di avere ancora del tempo a disposizione, preziose giornate invernali in cui sentire il profumo del cavolfiore che arrostisce o affondare il cucchiaio in una zuppa di legumi fumante. Provo la stessa sensazione di quando suona la sveglia ma è domenica e so che posso dormire ancora un pochino. Diciamo che mi accontento di poco ;-)

venerdì 26 gennaio 2018

Orzotto con cavolo nero e burrata

Cavolo nero and burrata orzotto

Se devo pensare a una ricetta rilassante, le prime cose che mi vengono in mente sono le torte e subito dopo i risotti. Due preparazioni diverse - una dolce e una salata - accomunate da un gesto che per alcuni può essere noioso ma che per me è la parte più divertente, ossia mescolare. Quando cucino mi piace coccolare gli ingredienti: amo curiosare sotto ai coperchi, cuocere a fiamma bassa e tagliare le verdure in maniera precisa. Le mie sessioni culinarie preferite sono quelle in cui la fretta è messa da parte per lasciar spazio alla lentezza, all'ascolto del suono che emettono gli ingredienti sotto al coltello o quando sfrigolano nell'olio caldo. Adoro cucinare quando lo stomaco non brontola per la fame, in modo da godermi tutti i passaggi evitando di velocizzare il procedimento per mangiare il prima possibile. Così anche le foto ringraziano ;-)

venerdì 19 gennaio 2018

Aloo gobi piccante

Aloo gobi

Mentre nella notte del 31 dicembre si chiudeva finalmente l'ultima pagina del calendario, sotto ai fuochi d'artificio pensavo agli anni trascorsi, alla mia mentalità, al mio modo di vedere le cose. Ho avuto come un'illuminazione e ho iniziato a pensare che i buoni propositi, la maggior parte delle volte, finiscono nel cestino dopo le prime settimane dell'anno. A volte ci prefiggiamo obiettivi irraggiungibili in così poco tempo, altre volte i traguardi che fissiamo con mesi di anticipo non coincidono più con quello che vogliamo.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...