martedì 21 luglio 2015

Insalata di patate, fagiolini e acciughe

Insalata di patate, fagiolini e acciughe

La gioia di poter buttare via un pacco di fogli usati pieni di appunti, esercizi, dimostrazioni scritte a ruota per autointerrogarsi non ha prezzo. Il gesto stesso di prendere quel pacco e di buttarlo nel cassonetto della carta ha un che di liberatorio, alleggerisce la mente e regala la sensazione, anche se momentanea, di libertà.

La testa ritrova quella leggerezza perduta nei mesi precedenti e sa che per qualche giorno può concedersi un po' di meritato relax, prima di rituffarsi nello studio. Ecco che si ripresentano tutte le cose lasciate in sospeso per il poco tempo, i progetti futuri riescono a farsi strada e le ore di sonno ritornano ad avere un valore accettabile.

Ho un piccolo viaggio da programmare, o meglio un piccolo zainetto da preparare: per una volta partirò con un alto tasso di disinformazione per poter vivere con relax quella vacanza, senza costringermi come faccio sempre alle mie corse contro il tempo. Sono sicura che se riuscirò nell'impresa la vacanza sarà ancora più bella e lui, che non sapeva fino a un attimo fa che non programmerò nulla (ok, il minimo indispensabile ;-) ), sarà sicuramente fiero di me.

Insalata di patate, fagiolini e acciughe

Vorrei essere in grado di fermarmi, assaporare un caffè se sono stanca (ghiacciato, viste le temperature) e scattare tante foto lasciandomi guidare dall'atmosfera. Vorrei riuscire a liberare la mente e soprattutto demolire quei muri che spesso costruisco senza una ragione precisa.
Nei mei progetti futuri c'è anche tanta cucina, perchè ultimamente ho preparato i miei pasti con l'obiettivo di impiegare meno tempo possibile. Che cosa poco edificante, per una come me che adora passare il tempo ai fornelli!

Visto che le insalate in questa stagione la fanno da padrona, oggi vi propongo una delle mie ultime manie: è un'insalata di patate con i fagiolini e i pomodori, come spesso si fa in questa stagione, con l'aggiunta di un ovetto e condita con una deliziosa salsina a base di acciuga sotto sale. Lo sapevate che le acciughe stanno benissimo con le uova? Io l'ho scoperto solo da poco e spesso, quando mangio le uova, trovo il modo di incorporare anche un'acciughina dissalata nel mio piatto.

Questa insalata è perfetta in questa stagione e può essere servita come piatto unico oppure, in porzioni più piccole, come antipasto o come contorno. Si può preparare anche il giorno prima, anzi i sapori si amalgameranno meglio e la verdura sarà ancor più saporita, ma in questo caso è meglio cuocere le uova poco prima di servirla.
Come al solito la ricetta riporta le dosi che ho utilizzato io, ma essendo una preparazione che solitamente si fa "a sentimento" e senza bilancia, sentitevi liberi di dosare le verdure a vostro piacimento.


Insalata di patate, fagiolini e acciughe
Ingredienti (per 2 come piatto unico, 4 come antipasto):
  • 400 g di patate novelle (circa 10)
  • 300 g di fagiolini (due belle manciate)
  • 1 cipolla di Tropea
  • 10/12 pomodorini
  • 2 uova a temperatura ambiente
  • 2 acciughe sotto sale pulite e dissalate (o 4 filetti di acciuga sott'olio sgocciolati)
  • 2/3 cucchiai di olio evo
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • basilico fresco 
  • sale
Procedimento:
Sbianchire i fagiolini, capati e lavati, per 4 o 5 minuti in abbondante acqua leggermente salata, scolarli e raffreddarli rapidamente in acqua fredda. Lavare molto bene le patate, spazzolare la buccia e lessarle intere per circa 20 minuti o fino a che non saranno tenere ma non sfatte. Portare a ebollizione dell'acqua e con l'aiuto di un cucchiaio adagiare le uova sul fondo della pentola. Lasciar bollire le uova per 7/8 minuti (a seconda di come si preferisce il tuorlo), scolarle e bloccare la cottura con acqua fredda. 
Tritare le acciughe al coltello riducendole in una pasta, trasferirle nella ciotola in cui si servirà l'insalata, aggiungere olio e aceto e mescolare bene il tutto con una forchetta. Affettare la cipolla, tagliare le patate in 2 o in 4 parti a seconda delle dimensioni e tagliare i fagiolini e i pomodori a metà. Trasferire il tutto nella ciotola e mescolare, coprire e lasciare in frigorifero per almeno mezz'ora, mescolando ogni tanto per amalgamare i sapori (si può preparare anche il giorno prima, in tal caso è meglio cuocere le uova il giorno in cui si mangia l'insalata). Poco prima di portare in tavola, sbucciare le uova, tagliarle a metà e adagiarle sui piatti. Completare con qualche fogliolina di basilico e servire.

Ti è piaciuta questa ricetta?
Fammelo sapere nei commenti! E se decidi di prepararla, per farmi vedere come è venuta usa l’hashtag #zuccheroezenzero!

10 commenti:

  1. Ecco, Virgy..questa è una di quelle cose che fa subito estate e vacanze al mare....Già mi sembra di sentire la salsedine. Brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere di averti portata un po' al mare, almeno con la fantasia ;-) Basta poco vero? Certo, qualcosa di azzurro o blu aiuta parecchio ;-)

      Elimina
  2. A Roma c'è un termine che significa prendere la vita in modo più tranquillo, con meno "schemi" e più leggerezza, improvvisando, magari con sprazzi di disordine e di follia... ossia "scialla", che aveva dato anche il nome a un grazioso film di anni fa, non so se lo hai visto! Beh, "scialliamoci", Virginia, perchè è bello farlo, soprattutto in estate... prendersi una pausa da programmi, ansia di organizzazione, impegni o scadenze da dover rispettare per forza... pensare a noi, a un nuovo ritmo più lento, cucinare con più calma e tempo, prenderci il lusso di stare anche ferme immobili sul divano sotto l'aria condizionata, scappare al mare o nei campi, seguire l'istinto del momento e preparare quello zaino con gioia! La libertà di partire, vivere un po' altrove, cambiare sapori e prendere idee per le ricette future... con una certezza: le insalate ci faranno sempre compagnia e più sono colorate e ricche e meglio è, vero? ! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non ho mai visto quel film? Però ne avevo sentito parlare e recupererò presto! L'estate è fatta (anche) per imparare a vivere con un ritmo più lento ma troppo spesso me ne dimentico e mi faccio travolgere dalla mia solita frenesia! Però si sta molto meglio in contemplazione, magari all'ombra di un albero e con un gelato in mano ;-) I viaggi mi aiutano molto in qursto, perchè per forza di cose mi staccano dalla mia quotidianità e mi danno modo di resettare il cervello. Le gambe un po' si stancano, ma anche questo fa parte del divertimento ;-)

      Elimina
    2. ... soprattutto perchè è bello chiedere un massaggio rilassante per allontanare la fatica! ;-)

      Elimina
    3. Eheh, quella è la parte migliore! ;-)

      Elimina
  3. Ma lo sai che ultimamente quando arriva il momento di scrivere la ricetta, mi rendo conto che dietro ogni ingrediente l'unica unità di misura che mi viene in mente è il qb?In realtà mi piacerebbe scrivere 'a coscienza vostra' ma in effetti la tua espressione 'a sentimento' mi ispira ancor di più… te la ruberò!;-) Un'altra cosa che mi piace è il fatto che quest'anno riempirai un piccolo zaino :-D credimi c'è un gusto molto particolare a chi si abitua a questa essenzialità che porta inevitabilmente verso un apertura migliore al vero relax e in genere per questi comportamenti ci vuole una buona pratica ma il risultato porta a sentirsi più liberi. Mica male!Ti mando un bacio grande cara Virginia e ti auguro una vacanza in grado di ripagarti di tutte le tue aspettative!;-) a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il passaggio allo zainetto è stato graduale: ai tempi dei miei primi viaggi da sola, come in occasione delle gite scolastiche, la preparazione della valigia era un rito che durava qualche giorno e iniziava con un bel foglio in cui, ordinate per genere, scrivevo tutte le cose che volevo portare. Poi mi sono accorta anno dopo anno di quanto sia scomodo portare valigie grosse e pesanti, considerando il fatto che la maggior parte delle volte riportavo indietro molti vestiti puliti. Così c'è più spazio per lo shopping e il relax inizia già da casa, quando mi accorgo che i vestiti e la borsa della reflex occupano più o meno lo stesso volume ;-)
      L'estate chiama a gran voce le ricette qb e anche questofa parte del sentirsi in vacanza :-)
      Un bacio grande!

      Elimina
  4. Ideale per queste giornate torride!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...