giovedì 9 luglio 2015

Ghiaccioli detox

Ghiaccioli detox

Sapevo che i primi ghiaccioli della stagione non avrebbero tardato a fare la loro comparsa nel mio freezer. Giusto il tempo di tirare fuori i pantaloncini corti per sostituire quelli lunghi della tuta e stavo già facendo la conta degli stampini per i ghiaccioli. Li ho trovati esattamente dove li avevo lasciati a settembre, nel loro posticino a fianco ad altri accessori più o meno usati da cucina e a qualche scatola di tè. Sì, teniamo il tè in un mobile separato dai cereali, dalla pasta e dalle farine per evitare che tutto quello che è contenuto si insaporisca irrimediabilmente di tè. A me potrebbe anche star bene, ma non sono sicura che mio papà approverebbe una pasta al pomodoro aromatizzata al tè...

Ghiaccioli detox

L'associazione tè-ghiaccioli mi è venuta spontanea, soprattutto quando l'occhio è caduto su una latta di tè verde alla menta di Kusmi Tea. Questo è stato determinante per decidere il gusto dei primi ghiaccioli della stagione, perchè seguendo la scia del colore verde (del tè e della menta) ho aggiunto cetriolo e succo di lime e ho dato vita ai miei ghiaccioli "detox" preferiti. Dico detox perchè la presenza del cetriolo mi fa venire in mente quell'acqua al cetriolo che offrono nelle spa (almeno a quanto ho visto nei film, visto che non ci sono mai andata ;-) )

Ghiaccioli detox

Qualche giorno dopo, girovagando su internet, ho scoperto che esiste un cocktail molto gettonato in estate chiamato the cuke, insaporito proprio da lime, menta e cetriolo. Ovviamente, trattandosi di un cocktail, il tutto è reso più "divertente" da vodka o gin. Se intendete mangiare questi ghiaccioli dopo le 18 potete sostituire una piccola parte di tè con uno dei due, se invece siete come me che ighiaccioliancheacolazione optate per la versione "spa".

Se non amate il tè verde potete preparare un infuso con una manciata di foglioline di menta fresca e procedere come da ricetta. Il sapore di questi ghiaccioli è freschissimo e molto intrigante, il cetriolo si avverte appena ma è quell'ingrediente che bilancia i sapori del lime e del tè verde alla menta.
Se martedì vi consigliavo di accendere il forno, oggi vi lascio una ricetta molto rinfrescante, perfetta per abbassare la temperatura corporea mentre nel forno succedono magie ;-)



Ghiaccioli al tè verde alla menta, lime e cetrioli
Ingredienti (per 6 ghiaccioli):
  • 300 ml di acqua
  • 3 cucchiaini di tè verde alla menta
  • 150 g di cetrioli (uno piccolo) sbucciati
  • il succo di un lime
  • 2-3 cucchiai di miele o di zucchero 
  • 2 cucchiai di yogurt (opzionale)*

Procedimento:
Portare a bollore l'acqua e lasciar infondere le foglie di tè; aspettare che il tè raffreddi, quindi filtrarlo e trasferirlo nel bicchiere del frullatore. Unire tutti gli altri ingredienti e frullare fino ad ottenere in liquido omogeneo. Aggiustare, se necessario, di miele o zucchero e trasferire il liquido negli stampi da ghiaccioli o in bicchierini usa e getta. Mettere i ghiaccioli nel congelatore e dopo 1 o 2 ore infilare i bastoncini (dovrebbero rimanere a galla) e lasciarli solidificare completamente. Per sformare i ghiaccioli, metterli per qualche istante in acqua tiepida.

*Lo yogurt si può aggiungere se si vuole un po' di cremosità, ma bisogna tener presente che aggiunge una nota di acidità in più.

Green tea mint popsicles with lime and cucumber
Ingredients (makes 6 popsicles):
  • 300 ml of water
  • 3 tsp of mint green tea
  • 150 g of cucumber, peeled
  • the juice of 1 lime
  • 2-3 tbsp of honey or sugar
  • 2 tbsp of yoghurt (optional)*

Method:
Bring the water to a boil and soak the tea leaves; let it cool, strain it and transfer into the blender. Add all the ingredients and mix until smooth. Add more honey or sugar if needed. Transfer the liquid into the popsicle molds and freeze. After 1 or 2 hours insert a stick in the centre and freeze until solid. To unmold the popsicle, place the mold in lukewarm water.

*You can use yoghurt to add creaminess, but remember to taste the liquid and add honey if needed, because acidity can increase.

Ti è piaciuta questa ricetta?
Fammelo sapere nei commenti! E se decidi di prepararla, per farmi vedere come è venuta usa l’hashtag #zuccheroezenzero!

14 commenti:

  1. che botta di salute, freschezza... e che buoni!! te li stracopio! ottimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Vedrai che daranno l'illusione che il caldo sia svanito ;-)

      Elimina
  2. eh...questi ci vogiono proprio durante queste giornate afose...mi piace l'idea!!! bravaaaaaaaaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, io sto preparando ghiaccioli in continuazione ;-)

      Elimina
  3. ma che splendida idea! Con queste giornate poi.. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è il momento giuato per sbizzarrirsi con gelati, ghiaccioli e co e non mi faccio sfuggire l'occasione ;-)

      Elimina
  4. io oggi mi sono isolata dal mondo (fosse una novità...) e stavo quasi per dimenticare il nostro appuntamento! Il tè da noi ha uno scaffale tutto suo, appena sopra quello delle spezie e della frutta secca...abbiamo qualcosa come una quindicina di tè e infusi, vuoi mettere la confusione che creerebbe infilarli nel cassetto dei cereali o delle farine (anche su questi, c'è da scrivere un capitolo a parte per quanto spazio occupano). Mia nonna poi ultimamente si è messa in testa di far crescere una pianta di tè nell'orto: ebbene sì che c'è riuscita! il "frutto" è un tè verde dal forte aroma di menta, e proprio qualche giorno fa, quando sono andata a trovarla, mi ha fatto avere un barattolo del suo tè e i cetrioli dell'orto...inutile dirti che questo (e il fatto che quella mattina avessi anche comprato dei nuovi stampi per ghiaccioli!!) sia uno dei chiari segni di cui parlavamo nello scorso post, vero??:-)
    ps: sorrido perché anche io, che ieri pubblicavo una zuppetta, domani mi dedicherò a ricetta ben più rinfrescante;-)
    ps2: mi piacciono i nuovi vestiti del blog!!
    Buonanotte cara. Marta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo scaffale delle spezie è un mio sogno: per ora non ne ho così tante da avere uno scaffale tutto dedicato a loro, che per ora si limitano ad occuparne mezzo ;-) Devi raccontarmi di più sulla pianta di tè perché non sai quanto sono curiosa! Come sai, il tè è un argomento che mi affascina molto e mi piacerebbe vederlo nascere :-)
      I segni continuano a sorprenderci, non è bellissimo?
      Sono contenta che ti piaccia il nuovo vestito: quello vecchio mi stava scomodo e ho dato un po' di bianco qua e là ;-)
      Un bacio grande e a presto!

      Elimina
  5. Buongiorno Virginia cara!Oggi mi hai attirato con uno dei miei argomento preferiti dell'estate!Ultimamente sformo ghiaccioli, parfait e granite anche alcoliche in modo irriverente!:-D Mi piace tutto quello che ho imparato leggendoti, io mi concedo così di rado una spa che questa bevanda al cetriolo me l'ero persa!:-( Immagino procederò subito visto che cetrioli, menta e lime affollano il mio frigo e il mio orto delle officinali :-) Ti mando un bacio enorme e pensavo, non è male incontrarsi di sabato ho la sensazione di aver scambiato con te piacevoli chiacchiere sotto l'ombrellone!;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le granite alcoliche sono qualcosa di unico: un paio di anni fa ne avevo preparata una con basilico e rum e me la ricordo ancora adesso! Io nelle spa non ci sono mai stata, però nei film si vedono sempre quelle signore fasciate in morbidi accappatoi bianchi che sorseggiano quella bevanda nel tentativo di rilassarsi... mi ha sempre affascinata vedere quelle fettine sottili di cetriolo nell'acqua e non ho potuto resistere alla tentazione di usare il cetriolo nei ghiaccioli!
      È stato bello stare sotto all'ombrellone con te ;-)
      Un abbraccio e buona domenica!

      Elimina
  6. Secondo me nessuna spa può essere bella come quella che ci prepariamo noi su misura, circondandoci di tutti i confort e delle cose che ci fanno bene, che siano da leggere, vedere, mangiare o fotografare! Magari qualche massaggio a vicenda possiamo anche farcelo, sperimentando hummus come creme idratanti e usando bruschette al posto delle pietre calde per la schiena, ahaha! :D
    Quanto sia tè-dipendente lo sai già, per cui l'idea che hai avuto incontra perfettamente i miei gusti! Voglio provare con il tè della Lov, la marca nordica con i barattoli colorati, hai presente? E' buona come il Kusmi e di entrambe farei collezione!
    E se decidi di fare una pasta aromatizzata al tè, io corro subito e sono certa mi piacerebbe! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non so nemmeno se sono il tipo da spa e forse finirei per annoiarmi per il troppo "far niente". So per certo che mi rilasso esattamente come hai detto tu e anche quando sono stanca e la giornata è stata lunga, mettermi ai fornelli mi dà la carica che avevo perso! E sono convinta che hummus e bruschette siano meglio di un trattamento di bellezza, magari dopo un bagno nella vasca idromassaggio a base di smoothies alla frutta (o di tè, eheh) ;-)
      Conosco i tè della Lov e non ho potuto fare a meno di innamorarmi (anche) di quelle scatole di latta! Preparando questi ghiaccioli mi si è accesa una scintilla in mente perchè ho scoperto un altro uso per il tè, e pensa quanti altri gusti si potrebbero inventare ;-)
      La pasta al tè si può organizzare per un pranzo tra noi ragazze e sono certa che anche Marta ci farebbe un pensierino ;-)

      Elimina
    2. Marta porterebbe anche un avocado da sminuzzare dentro, secondo me! :D

      Elimina
    3. Sarebbe un pranzo molto interessante! ;-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...