martedì 12 maggio 2015

Pasta al pesto di asparagi

Pasta al pesto di asparagi

Se seguite questo blog da un po' di tempo già sapete che non sono una da pasta-tutti-i-giorni-cascasse-il-mondo, anzi! A dispetto della tradizione, che ci vorrebbe davanti a un piatto di pasta almeno una volta al giorno (o meglio, come ci pensano in tutto il resto del mondo), per me la pasta è il piatto delle occasioni.

Asparagi

Quando decido di mangiare la pasta è perchè mi è venuto in mente un condimento che voglio assolutamente provare, quindi procuro gli ingredienti e mi metto all'opera cercando di dare forma ai pensieri. Mi piace pensare che il mio piatto di pasta sia più di una pietanza messa insieme all'ultimo minuto e per questo cerco di curare tutti i dettagli.

Il punto di partenza è il condimento, che contiene sempre qualche verdura di stagione, dopodichè scelgo il formato di pasta: tendo a preferire la pasta lunga, ma trovo che anche la pasta corta sappia come esaltare al meglio certi condimenti e anzi alcuni chiamano a gran voce proprio quel formato. Mi piace la pasta lunga perchè adoro seguire quei lunghi nastri con lo sguardo, arrotolare la pasta attorno alla forchetta e perdermi in quel gomitolo goloso e fumante. Avendo una predilezione per i condimenti cremosi molte volte la pasta lunga risulta essere il formato vincente, che siano bavette, linguine, trenette o bucatini (e potrei andare ancora avanti).

Pasta al pesto di asparagi

Il mio condimento ideale è a base di verdure e possibilmente coloratissimo; mi piace tutto quello che è pesto o che vagamente gli assomiglia e per questo motivo in genere quando guardo un ingrediente penso anche ad un eventuale modo per ricamarci attorno una ricetta di pesto.

Visto che il pesto si può fare con moltissimi ingredienti e non solo con le erbe aromatiche o con le verdure a foglia, spesso la mia scelta di condimento prevede di "pestare" almeno una parte degli ingredienti. La componente cremosa contribuisce a condire bene la pasta, con l'aiuto dell'acqua di cottura, ed è quello che mi fa brillare gli occhi dalla prima all'ultima forchettata.

Pasta al pesto di asparagi

In questa primavera ho preparato gli asparagi in moltissimi modi, ma ancora mancava un modo per condire la pasta con questi simpatici bastoncini verdi. L'idea del pesto è arrivata veloce come la luce e dall'asparago al pesto sono passati pochi minuti, giusto il tempo di cuocere le reginette. Come in ogni piatto di pasta che si rispetti, il condimento si prepara mentre cuoce la pasta (togliendo la scottatura degli asparagi) e a seconda del tipo di pasta ci vogliono dai 15 ai 20 minuti.
Ditemi che vi è venuta voglia di provarlo! ;-)

Pasta al pesto di asparagi
Ingredienti (per 4 persone):
  • un mazzetto di asparagi (circa 500 g)
  • 50 g di Parmigiano Reggiano
  • 50 g di mandorle
  • olio evo
  • 320 g di pasta
  • sale
Procedimento:
Mondare gli asparagi e lessarli per 5 minuti circa (devono rimanere verde brillante) in abbondante acqua; scolarli tenendo l'acqua di cottura da parte e raffreddarli velocemente in acqua ghiacciata. Riportare a ebollizione l'acqua degli asparagi, salarla e buttare la pasta. Mettere gli asparagi nel mixer tenendo da parte le punte e unire le mandorle, il parmigiano e un pizzico di sale. Frullare fino ad ottenere un pesto, quindi aggiungere un po' di olio a piacere.
Scolare la pasta e condirla con il pesto aggiungendo un po' di acqua di cottura se necessario. Impiattare e completare con le punte degli asparagi messe da parte.

Pasta with asparagus pesto
Ingredients (serves 4):
  • 1 bunch asparagus spears (about 500 g), trimmed of tough end
  • 50 g of Parmigiano Reggiano
  • 50 g of almonds
  • extra virgin olive oil
  • 320 g of pasta
  • salt
Method:
Bring one large pot of water to a boil and cook the asparagus for about 5 minutes (they have to be bright green and barely tender). Drain under cool water to stop the cooking, cut the tips off (for garnish) and set aside. Bring the asparagus water to a boil, add salt and cook the pasta. In the meanwhile put the asparagus, garlic, Parmesan, almonds and a pinch of salt in a food processor. Purée and add some olive oil until a paste forms.Drain the pasta al dente and toss immediately with the asparagus pesto, adding some pasta water if necessary. Serve immediately with the asparagus tips on the top.

Ti è piaciuta questa ricetta?
Fammelo sapere nei commenti! E se decidi di prepararla, per farmi vedere come è venuta usa l’hashtag #zuccheroezenzero!

14 commenti:

  1. oh la meraviglia...anche io non sono da pasta , ma con un condimento così, perchè no? ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il condimento è quello da cui nasce tutto, almeno per me, e sono proprio contenta che ti piaccia :-) Un bacio grande!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Lo era davvero! Prima che gli asparagi spariscano la preparerò sicuramente di nuovo ;-)

      Elimina
  3. Ciao amica di pesto! Non posso non apprezzare i condimenti semplici e cremosi, per di più verdi, che accompagnano una pasta che somiglia ai capelli ondulati e lunghi come quelli delle foto che ci piacciono... e ci siamo capite! :D
    Gli asparagi arriveranno anche da me e come sempre è un palleggiarsi ingredienti e sintonie, un gioco di corrispondenze che passa attraverso ricette, case nordiche con toni sul grigio e posti nel mondo in cui si desidera andare...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutte le volte in cui i nostri gusti si incontrano rido sotto i baffi e penso chissà quante altre cose abbiamo in comune e non lo abbiamo ancora scoperto ;-) ormai è diventato un gioco, e un grande piacere, trovare le corrispondenze. Gli asparagi che oggi sono da me prenderanno una rotta verso Sud, dove incontreranno delle zampette curiose ;-)

      Elimina
  4. uhmmmm è davvero invitante.. e poi io ho un debole per il pesto.. lo mangerei in tutti i modi :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io! Datemi un mortaio o un mixer e trasformo in pesto qualunque cosa ;-)

      Elimina
  5. non ci posso credere. Avevo scritto un commento lunghissimo e qui non ce n'è traccia! Insomma, parlavo di come io mangi la pasta ogni giorno (Con un'ora di pausa pranzo durante la quale cucinare e mangiare) con la salsa di pomodoro imbottigliata da noi in estate e di come, a lungo andare, mi annoi parecchio come pasto. Gioisco il sabato e la domenica perché sono i giorni dei condimenti speciali (o magari nei quali non mangio pasta). Questa è la stagione degli asparagi, li vedo ovunque e non mancano mai nel mio frigo! Che sia sulla pasta o semplicemente spalmato su una tartina, non voglio lasciarmi sfuggire questo pesto;-) ps: tra pasta lunga e pasta corta non c'è paragone...(a meno che non si parli di fusilli o sedanini rigati!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come è antipatico blogger quando fa così! E di solito succede quando i commenti sono lunghi, così il dispiacere è doppio. Grazie però per avermi riscritto :-)
      Io al tuo posto congelerei un po' di condimenti vari nelle vaschette del ghiaccio, tipo il vostro bellissimo pesto di foglie di carote, per averlo già pronto quando non hai molto tempo ;-)
      Le vostre paste del finesettimana sono speciali e se fossi più vicina a voi verrei ad assaggiare di persona, eheh ;-)

      Elimina
  6. Mi ricordo che ne avevamo già parlato, di pasta, e ci eravamo trovate d'accordo sia sul fatto di non sentire minimamente la necessità fisica di mangiarla ogni giorno, sia sull'importanza del condimento, da cui spesso nasce proprio la voglia di mangiarla;)
    Io sono più da pasta corta, invece, anche se come te sono una che si sofferma molto a osservare ciò che sta mangiando, e ammetto che l'arrotolamento dello spaghetto abbia un certo fascino:)
    Dato che le temperature sembra che scenderanno nei prossimi giorni, sicuramente un piatto di pasta "vera" me lo concederò una delle prossime sere. E visto che con la preferenza per il crudo di asparagi ne ho mangiati pochissimi quest'anno, penso proprio che li userò per la pasta!;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arrivo quando la tua bellissima pasta è già sparita dal piatto ;-) sono proprio contenta che tu l'abbia provata e sono onorata che fosse ilprima pasto cotto dopo tanti giorni di crudo! Gli asparagi più teneri, quando sono ancora freschissimi, sono buoni pure crudi nell'insalata :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...