giovedì 12 marzo 2015

Rugelach alla cannella

Rugelach alla cannella


Lunedì parlavamo di ricette nate sulla strada di casa, quasi per caso e ideate partendo da qualche ingrediente scovato al mercato. Altre ricette nascono da un'illuminazione improvvisa mentre sono intenta a fare dell'altro: la palestra ad esempio è uno dei posti che stimola la mia creatività. Così quando sono sul tappetino, invece di concentrarmi sui trasversi, penso a dosi di cioccolato fondente o di burro. In quelle occasioni spero che non si veda la nuvoletta che ho sopra la testa raffigurante me che preparo una torta!
Alcune ricette mi entrano in testa e non ne escono finchè non le preparo e in genere la curiosità è talmente alta che in pochi giorni mi metto all'opera. Ci sono delle volte in cui, per qualche motivo, sono costretta a rimandare a data da destinarsi e di solito succede quando la fonte di ispirazione si trova nell'altro emisfero. Donna Hay è un classico esempio: quando da noi è inverno sulla rivista compaiono gelati spettacolari e vegetali estivi, viceversa quando qui è estate regnano il cioccolato, le zuppe e tutte le preparazioni che scaldano solo a guardarle. In questo caso la mia agendina è l'unica ancora di salvezza per tenere tutto a mente!

La ricetta di cui vi parlo oggi non rientra in nessuna di queste categorie: si può preparare in tutte le stagioni e non richiede uno sforzo particolare ne' molto tempo. Eppure sono anni che la rimando e il motivo è che il formaggio spalmabile mi sta antipatico. Ecco, l'ho detto. Di solito quando leggo il nome di una certa città americana in una lista di ingredienti tendo a cambiare ricetta, motivo per cui non preparo mai il cream cheese frosting e che la mia cheesecake ideale è a base di ricotta.

Rugelach alla cannella

I rugelach sono dei biscotti di origine ebraica, sono facilissimi da preparare e hanno una proporzione di ingredienti che si ricorda a memoria. Si preparano con il famigerato formaggio spalmabile, il quale in cottura fa miracolosamente sfogliare l'impasto dando vita a dei biscottini friabilissimi. Volevo verificare di persona, ma avendo una questione in sospeso con l'ingrediente magico ho sempre rimandato. Poi un giorno il formaggio spalmabile è comparso nel frigorifero e non ho potuto fare a meno di farlo sparire per provare finalmente i rugelach!

Nonostante il mio scetticismo sono venuti esattamente come li aspettavo: friabili e buonissimi. La farcitura che ho preparato è molto semplice, a base di cannella e zucchero di canna, ma si possono farcire in moltissimi modi: ad esempio con cioccolato e nocciole, cioccolato e basta oppure con una confettura. Basta giocare con la fantasia! Con le dosi che vi ho lasciato potete pensare di farcirne metà in un modo e metà nell'altro, per avere varietà.

Ingredienti (per 16 biscotti):
Per l'impasto (ingredienti a temperatura ambiente)
  • 160 g di formaggio spalmabile
  • 160 g di burro
  • 160 g di farina
  • sale
Per la farcitura
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • 2 cucchiaini abbondante di cannella
  • 40 g di burro
Procedimento:
Preparare l'impasto: in una ciotola unire il formaggio spalmabile, il burro, la farina e un pizzico di sale. Lavorare prima con una forchetta e poi con le mani fino ad ottenere un panetto liscio, senza impastare a lungo. Fasciare l'impasto con pellicola e riporlo in frigorifero per una notte. Il giorno seguente mescolare lo zucchero di canna con la cannella e sciogliere il burro. Dividere l'impasto in due porzioni, stendere ciascuna parte su un ripiano lievemente infarinato in un cerchio da 25 cm circa di diametro, spennellare i dischi con del burro e cospargere con il mix di zucchero e cannella, tenendone un pochino da parte. Ricavare 8 spicchi da ogni cerchio, arrotolare gli spicchi partendo dalla base e disporli su una teglia rivestita di carta da forno. Spennellare ciascun rugelach con il burro rimasto e finire con lo zucchero alla cannella messo da parte. Cuocere in forno già caldo a 180° per 20-25 minuti o fino a doratura. Dopo il raffreddamento chiuere i rugelach in una scatola di latta.


Ingredients (makes 16 cookies):
For the dough (ingredients at room temperature)
  • 160 g of cream cheese
  • 160 g of butter, cubed
  • 160 g of all-purpose flour
  • salt
For the filling
  • 2 tbsp of cane sugar
  • 2 tsp of ground cinnamon
  • 40 g of butter
Method:
Prepare the dough: in a bowl mix in the cream cheese, the butter, the flour and a pinch of salt. Mix until just combined. Roll the dough into a ball, wrap with plastic and refrigerate it overnight. The day after, mix in the cane sugar with cinnamon and melt the butter. Preheat the oven to 180°C. Divide the dough in halves, roll each ball into a 25 cm circle. Spread the dough with butter, sprinkle with the filling saving some cinnamon sugar for the top(press the filling lightly into the dough). Cut the circle into 8 equal wedges and starting with the wide edge roll up each wedge. Place the cookies on a baking sheet lined with parchment paper, spread with butter and sprinkle with the remaninig cinnamon sugar. Bake for about 20-25 minutes or until golden.

Ti è piaciuta questa ricetta?
Fammelo sapere nei commenti! E se decidi di prepararla, per farmi vedere come è venuta usa l’hashtag #zuccheroezenzero!

18 commenti:

  1. Non ho mai avuto il piacere di assaggiare questi biscotti . . .sembrano squisiti !
    Splendida presentazione ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mariagrazia, allora li devi provare perchè meritano davvero! Poi mi piace che si possono inventare farciture sempre diverse :-)

      Elimina
  2. li avevo fatti anche io, tanto tempo fa..i tuoi sono spettacolari .))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fra <3 Io sono stata sciocca a non provarli prima! A volte ho proprio la testa dura :-)

      Elimina
  3. Deliziosi e bellissimi!! Bravissima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erano proprio deliziosi e la consistenza, che è ciò che mi ha convinta a provarli, è unica :-)

      Elimina
  4. deliziosi,le tue parole mi hanno fatto venire fame,complimenti da provare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bel complimento! Se sono riuscita a farti venire fame significa che ho reso bene l'idea :-) Grazie Paola e a presto!

      Elimina
  5. Grazie Virginia per il tuo commento di oggi.
    Mi fa fare pace con la luce "finta" che sto cercando di imparare in questi giorni... ;-)
    Grazie per quello di oggi e quelli di sempre..
    Buon finesettimana, e un abbraccio forte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rossella, grazie a te invece: è bello ritrovarti qui ed è ancor più bello sapere di averti aiutata a fare pace con le nuove luci. Usando un gioco di parole direi che mi hai illuminato la serata ;-)
      Ora ripasso a salutarti, ma nel frattempo buon finesettimana anche a te!

      Elimina
  6. una vera delizia!!!!Mi sono aggiunta tra i tuoi followers , mi piace molto il tuo blog, ti seguo volentieri, se ti va vieni a fare visita al mio blog!!!!Ciao Sabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sabrina, ciao e benvenuta! Grazie per esserti unita ai lettori :-) A presto allora!

      Elimina
  7. Ti dirò Virginia, il formaggio spalmabile sta antipatico anche a noi :-) per ovviare a questa insofferenza, lo sostituiamo spesso con un buonissimo formaggio spalmabile tedesco biologico che troviamo al NaturaSì (dovesse interessarti...). Quindi magari noi possiamo comprare quello, e preparare i tuoi rugelach senza ripensamenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi interessa molto! Sono sempre alla ricerca di un sostituto valido e non sempre la ricotta ha la giusta consistenza per tutte le preparazioni. Se li provate fatemi sapere!

      Elimina
  8. Non ho mai preparato i rugelach, e pensare che invece io ho sempre il formaggio spaldabile in frigorifero, mi piace lo uso spesso.. devo rimediare allora!! sono troppo invitanti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dani, devi provarli! Si incastrano alla perfezione tra un impegno e l'altro e sono buonissimi! Un bacione :-*

      Elimina
  9. Avevo messo su Pinterest una foto di questo post ancora prima di venire a leggerlo, perchè quelle mezzelune speziate mi avevo subito colpito! Un po' per il nuovo nome mai sentito, un po' per la presenza della mia amata cannella, un po' perchè ho pensato alle colazioni speciali di certi weekend, quando apparecchi con calma e una ciotolina bella non può mancare! :-)
    Il formaggio spalmabile lo uso poco anche io, ora che mi ci fai pensare! E una volta ho fatto la cheesecake con il quark, non so se lo hai mai assaggiato... bello trovare alternative, no? In fondo con il cibo funziona come con le persone: antipatie, simpatie, intese, scontri o preferenze ci sono, eccome! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, sai che mi onora sempre essere nel tuo Pinterest? I rugelach sono proprio da colazione lenta del weekend e la cosa che mi piace di più è il fatto di poterli farcire in moltissimi modi diversi. Alla cannella mi sono piaciuti moltissimo e te li consiglierei proprio così :-) Ho già assaggiato il quark, ma sai che non mi viene mai in mente quando si tratta di sostituire il formaggio spalmabile? Mi hai dato una bella idea!
      In cucina ci sono antipatie e simpatie e proprio come nella vita ogni tanto capita di cambiare idea: quando riscopro un ingrediente che prima non mi piaceva mi si apre un mondo! Ora ad esempio sto riscoprendo l'aglio, che fino a poco tempo fa non amavo :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...