giovedì 4 settembre 2014

Pesche al forno ripiene di crumble

Pesche ripiene di crumble

Ci sono delle volte in cui una ricetta, prima di esser realizzata, richiede uno studio approfondito sui libri e su internet per capire esattamente come voglio il risultato finale. Altre volte mi basta una foto vista su Pinterest per desiderare una torta fatta in un determinato modo oppure è sufficiente un ingrediente diverso dal solito comprato al mercato per scatenare la voglia di cucinare.
A volte ho un'idea generale di come vorrei che fosse il piatto con tutti i suoi elementi, anche a livello visivo, ma la ricetta è ancora tutta da costruire. Infatti nonostante sia una persona meticolosa e attenta alla logica di ogni ricetta e alle dosi precise, ci sono delle volte in cui mi piace assecondare l'istinto e inventare sul momento le proporzioni. Spesso infatti mi capita di scrivere la ricetta durante la preparazione ed è per questo che i miei appunti sono infarinati o macchiati di burro!

Pesche ripiene di crumble

Per questa ricetta è capitato proprio così: volevo preparare le pesche ripiene piemontesi ma, non avendo gli amaretti, ho cambiato i piani e usato il crumble come farcitura. Ogni crumble di frutta che si rispetti va accompagnato con una pallina di gelato: io l'ho scelto allo yogurt per stemperare la dolcezza e, per recuperare gli scarti di pesca, ho preparato una salsina che rimane nascosta sotto alle pesche fino a quando il gelato non inizia a sciogliersi per il calore. Allora si crea un mix unico, dolce e acidulo allo stesso tempo, che con il crumble croccante e burroso si sposa alla perfezione.
La stagione delle pesche è quasi finita, perciò vi consiglio di approfittarne e di preparare questa ricetta il prima possibile! Queste pesche ripiene possono esser servite a fine pasto oppure come una merenda sostanziosa. In ogni caso farete felici chi le mangerà con voi e, molto probabilmente, vi chiederanno anche il bis ;-)
Vi auguro un buon finesettimana e vi aspetto qui la settimana prossima con una novità!

Ingredienti (per 4 persone):
  • 4 pesche mature ma ancora sode
  • 50 g di mandorle
  • 50 g di zucchero di canna più un po'
  • 50 g di burro freddo
  • 50 g di farina di segale
  • sale
  • 4 palline di gelato allo yogurt per servire
Procedimento:
Preriscaldare il forno a 200°, lavare le pesche, tagliarle a metà ed eliminare i noccioli; disporre le pesche su una teglia con il taglio verso l'alto e lasciarle cuocere per circa 10 minuti. Nel frattempo preparare il crumble: tritare le mandorle con lo zucchero, unire il burro a dadini, la farina e un pizzico di sale e lavorare brevemente fino ad ottenere delle briciole e riporre in frigo. Sfornare le pesche lasciando il forno acceso e con un coltellino allargare il buco del nocciolo. Tritare gli scarti della pesca e metterli in un padellino insieme a un cucchiaio di zucchero di canna e due cucchiai d'acqua. Mettere sul fuoco dolce e lasciar cuocere fino ad ottenere una salsina, aggiungendo un altro poco d'acqua se necessario. Farcire le pesche con il crumble mettendo l'eccedenza sulla teglia fuori dalle pesche e lasciar cuocere per 7-8 minuti fino a doratura. Dividere la salsina di pesche in quattro ciotoline, aggiungere due metà di pesca in ciascuna e completare con il gelato e con il crumble cotto a parte. Servire subito.

Ti è piaciuta questa ricetta?
Fammelo sapere nei commenti! E se decidi di prepararla, per farmi vedere come è venuta usa l’hashtag #zuccheroezenzero!

20 commenti:

  1. Direi che ti sono riuscite alla perfezione, golose e perfette!
    Bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michela, grazie! A volte l'improvvisazione ci porta a risultati migliori :-)

      Elimina
  2. Una validissima alternativa agli amaretti ed una variante originale del classico crumble di frutta! Molto azzeccato anche il gelato allo yogurt! Chissà che non riesca a sfruttare le ultime pesche in circolazione per provare la tua ricetta! A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto sommato non ci sono gli amaretti ma nel crumble ci sono le mandorle, quindi non sono andata troppo lontana! Il gelato allo yogurt è proprio quello che ci vuole quando i sapori sono così tendenti al dolce :-)
      Se ce la fai prova questa ricetta perchè merita!

      Elimina
  3. Oh mamma, cosa darei per averne un paio adesso? le pesche ripiene sono divine, così con il crumble ancora di più!!! Che spettacolo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara :-) Sono proprio contenta che ti piacciano!

      Elimina
  4. Virginia, sai che anche a me è capitato di scrivere delle ricette mentre sto ancora "pasticciando"!? E' vero che la pasticceria è una scienza ma forunatamente ci sono ricette che possoo essere personalizzate e soggette a creatività... Adoro queste pesche con il crumble, l'anno scorso ho fatto il classico cruble, con pesche e alla fine accompagnato con yogurt quindi credo di immaginare bene la bontà di questo piatto ;)
    Simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni tanto è necessario abbandonare i metodi rigorosi per lasciarci trasportare dall'istinto e creare mano a mano il dolce a seconda di come sta venendo :-)
      Io adoro il crumble in tutte le versioni, quelle briciole burrose sono proprio accattivanti ;-)
      Buona serata, Simona, e a presto!

      Elimina
  5. Una bellissima variante dei persi pien (sì, sono piemontese!), di cui mi piace soprattutto l'utilizzo della farina di segale: penso che regali una bella sferzata di sapore e "rusticità". Da provare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giulia, sono proprio contenta che, da piemontese, approvi la mia ricetta! In fondo si tratta anche di un crumble anomalo perchè questa ricetta è una via di mezzo tra le due. La farina di segale mi piace proprio tanto e conferisce la rusticità che dici tu :-)
      Un bacione e a presto!

      Elimina
  6. A me capita sia di costruirle precedentemente, ma questo capita più che altro quando devo fare un dolce per un evento particolare, come ad esempio una torta di compleanno -mi sento più sicuro a mettere per iscritto prima, anche se poi può essere una schifezza comunque!- sia andare a sentimento e comporla lì per lì, impiastricciando a dovere il blocchetto ^_^
    Non ho mai provato un frutto ripieno al forno, ci credi?? Nemmeno le mele! Eppure sono sicura che se dovessi decidere che dolce mangiare sceglierei proprio una cosa del genere. Ma dall'altra parte mangio così tanta frutta al naturale che non riesco praticamente mai a serbarla per farci un dolce. E' un peccato, forse resisto e due peschine me le conservo! ;)
    Un bacione cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando il dolce è per una festa divento super rigorosa e sto attenta al minimo dettaglio per paura di sbagliare! Quando invece non c'è occasione sono molto più rilassata e la preparazione avviene molte volte ad istinto :-)
      Anche io di solito mangio la frutta prima di pensare di impiegarla in cucina, infatti quando mi vengono alcune idee come questa devo tenerne da parte alcuni esemplari ;-) Comunque anche le mele al forno meritano moltissimo!
      Se ti cimenti fammi sapere! :-*

      Elimina
  7. Fai delle foto bellissime, si, anche la ricetta mi piace, ma la foto la rende ancora più interessante. A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eleonora, grazie! I commenti come il tuo addolciscono una giornata stancante e piena di impegni come oggi :-) E' davvero un piacere!
      A presto!

      Elimina
  8. Mi piace scorrere tutte le tue ricette che mi sono persa in queste settimane e provare piacere vedendo ogni foto e ogni idea, perchè avrei fatto esattamente lo stesso... :-) Per ora ho riempito di crumble solo i pomodori, ma finchè estate e pesche durano bisogna approfittare!
    E' bello ritrovarti, Virginia, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, non sai quanto è bello per me ritrovarti!
      Sai che il crumbe salato è ancora sulla lista? O recupero in fretta oppure aspetto i cavolini di Bruxelles ;-)
      Come se fosse un album di foto hai ripercorso un po' di momenti della mia estate e la trovo una cosa molto bella! Grazie :-)
      A presto allora e un abbraccio anche a te!

      Elimina
  9. Le adoro e questa versione un po' originale mi piace un sacco!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chiara! Sono contenta che ti sia piaciuta anche questa versione "profana"! :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...