giovedì 11 settembre 2014

La ratatouille à la façon de Rémy

La ratatouille à la façon de Rémy

Visto che di cucina non ne ho mai abbastanza oltre a circondarmi di libri, riviste, blog mi piace guardare film che trattino l'argomento. Certo, non guardo solo quelli: ho dei gusti piuttosto ampi in fatto di cinema, perchè potreste beccarmi mentre guardo una commedia romantica, un cartone, un film fantascientifico oppure uno più impegnato. Tutto dipende dalla voglia del momento e dalla concentrazione e, se sono in compagnia, da cosa abbiamo deciso di vedere insieme.

La ratatouille à la façon de Rémy

Quando è uscito il film "Ratatouille" io andavo ancora a scuola: dopo la scuola io e le mie amiche siamo andate a vederlo al cinema e ricordo ancora oggi di esser rimasta seduta sulla poltrona fino all'accensione delle luci. Mi era piaciuto moltissimo per l'ambientazione (Parigi è sempre stata nel mio cuore e nonostante sia un cartone sembra di essere lì), per la delicatezza dei personaggi e dei dialoghi e per la componente assurda che mi piace ritrovare nei film. Un topo dal palato sopraffino che sa cucinare e che cerca di realizzare il proprio sogno, nonostante i propri limiti, mi aveva affascinata non poco.
Quando riguardo "Ratatouille" provo ancora le sensazioni della prima volta ed è un film che non mi annoia mai. Se anche voi lo avete visto non potete non ricordare la scena finale, quando il cattivissimo critico gastronomico Anton Ego assaggia la ratatouille preparata da Rémy e ritorna con la mente nel passato, a quando era bambino e mangiava la ratatouille della madre, e il suo sguardo diventa più dolce. Il cibo non è solo nutrimento per il corpo, ma è anche memoria e nutrimento per l'anima.

La ratatouille à la façon de Rémy

Tante volte ho pensato di riprodurre la ratatouille di Rémy ma mai mi ero cimentata: io di solito la preparo sui fornelli e non in forno e il suo metodo mi incuriosiva moltissimo. Dopo una breve ricerca ho scoperto che questo piatto in Provenza è chiamato tian ed è preparato proprio come Rémy prepara la ratatouille. Per la ricetta basta dare uno sguardo alla scena della preparazione, ad ogni modo vi lascio la ricetta che ho usato io e vi auguro un buon fine settimana!

Ingredienti (per 4-6 persone):
  • 6 pomodori perini
  • una melanzana lunga (120 g circa)
  • una zucchina (200 g circa)
  • uno spicchio d'aglio
  • foglie di basilico fresco
  • sale
  • olio evo
Procedimento:
Accendere il forno a 190°. Preparare la salsa: lavare 3 perini, privarli del picciolo e tagliarli a cubetti. In una padella lasciar imbiondire l'aglio schiacciato in poco olio, aggiungere i pomodori e lasciar cuocere a fuoco lento per 6/8 minuti, schiacciando i pezzetti di pomodoro con un cucchiaio di legno. Salare, aggiungere foglie di basilico a piacere, eliminare l'aglio e passare la salsa nel passaverdure. Distrubuire la salsa sul fondo di una teglia, lavare le verdure rimanenti, tagliarle a fettine spesse 3 o 4 mm e disporle in cerchio alternandole. Completare con un filo d'olio e qualche erbetta a piacere e coprire con un foglio di carta da forno ritagliato su misura. Cuocere per circa 40 minuti o finchè le verdure non si ammorbidiscono e servire caldo o tiepido ad esempio con del cous cous.

Ti è piaciuta questa ricetta?
Fammelo sapere nei commenti! E se decidi di prepararla, per farmi vedere come è venuta usa l’hashtag #zuccheroezenzero!

18 commenti:

  1. adoro quel film. Lo amo proprio e ogni volta che lo vedo mi viene voglia di scappare a parigi <3 E voglia di Ratatouille, ovviamente ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un cartone, eppure offre tantissimi spunti di riflessione ed è impossibile non amarlo! Io devo trovare ancora qualcosa che non mi faccia venir voglia di scappare a Parigi ;-)
      Un bacione!

      Elimina
  2. Ma allora non sono l'unica che ogni volta che vede il film pensa: "Devo provare a fare la ratatouille così"! Io però non ho mai messo in pratica, mentre vedo che tu hai ottenuto un ottimo risultato: bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, non sei l'unica! A dir la verità vorrei replicare anche la zuppa che fanno all'inizio del film, ma è un po' più complicato considerando che Rémy si affida al proprio fiuto ;-)
      Questa ratatouille mi è piaciuta moltissimo e, considerando il vantaggio che non si deve mescolare, potrebbe diventare il mio metodo definitivo!

      Elimina
  3. Virginia che meraviglia!!!Ho visto adesso (per la prima volta) la scena del cartone e non ci sono parole è proprio la tua ratatouille!!!!!e si che se questi sono i tuoi sapori la grecia ti piacerebbe non poco, potrebbe veramente farti perdere la testa come è successo a me... anche perchè mi rendo conto ormai da tempo che i nostri gusti sono molto simili :-) Ti mando un bacio e un grazie per avermi fatto conoscere qualcosa che chissà come mi era sfuggito!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Laura, quel film è di una tenerezza unica e dovresti vederlo! I personaggi sono così ben delineati da sembrare veri ed è abbastanza facile immedesimarsi, cosa che in un cartone raramente mi accade.
      I sapori mediterranei sono quelli che mi fanno sentire a casa e son quelli che risvegliano in me ricordi ed emozioni. Un viaggio in Grecia potrebbe arrivare presto, soprattutto dopo aver visto le tue incantevoli foto!
      Grazie a te e un abbraccio!

      Elimina
  4. Me lo ricordo anche io, quando uscì ratatouille, (ed ero sicuramente più piccola di te) quanto mi piacque la delicatezza di quel film. Quando vidi poi Rémy che addentava un pezzo di formaggio accompagnato da una fragola, feci segno a mio padre dicendogli che allora io e mia madre non eravamo mica strane :-) La tua ratatouille è perfetta, sono certa che anche Ego avrebbe apprezzato ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marta, la scena in cui Rémy mangia il formaggio con la fragola è indimenticabile! Allora rimasi scioccata, devo ammetterlo, e pensavo che fosse una stravaganza francese.. Oggi invece lo proverei eccome perchè mi piace giocare con i sapori e sono sempre alla ricerca di nuovi abbinamenti :-)
      Che tenera, tuo padre dopo aver visto Rémy si sarà sicuramente ricreduto sulla vostra stranezza ;-P
      Un bacione!

      Elimina
  5. Tu sai che io mi sono innamorata di questa ratatotuille al forno, vero?! *_*
    Non ho però mai visto il film, non mi piacciono i cartoni animati :\
    Poi, come dici giustamente, dipende da tanti fattori, uno dei quali è sicuramente la compagnia. Anch'io guardo molti generi e sono sicura che con qualcun altro potrei guardare anche quello ;)
    Baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La compagnia fa tanto: considera che ho visto alcuni film che da sola non avrei mai visto ma che alla fine mi son piaciuti. Comunque Ratatouille è solo formalmente un cartone animato, perchè per il resto è più paragonabile ad un film che ad un cartone! Sotto sotto ho sempre creduto che l'avessero fatto più per gli adulti che per i bambini :-)
      La ratatouille al forno sa il fatto suo e la crosticina sui bordi è il valore aggiunto :-)
      Tanti baci a te!

      Elimina
  6. Anche a me piace variare genere cinematografico, tranne i thriller quelli non mi piacciono proprio.. le mie preferite in assoluto sono le commedie romantiche devo ammetterlo ma ho sempre amato i cartoni animati ancora oggi i grandi classici della Walt Disney me li riguardo volentieri.. Ratatouille pensa che non l'ho mai visto.. mi vergogno quasi a dirlo ma è così.. devo rimediare...hai trovato proprio una bella ispirazione mi piacciono questi intrecci tra cinema e cibo, hai ragione Virginia il cibo non è solo nutrimento del corpo ma anche memoria e nutrimento per l'anima.. bello! :D buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, effettivamente i thriller non sono tra i miei preferiti e se posso li evito! Quando mi capita di guardarli è perchè sono in compagnia, ma dopo mezz'ora inizio a socchiudere gli occhi e ad avere sonno :-) I classici Disney sono indimenticabili... Ogni tanto è bello mettere una videocassetta e lasciarsi cullare da quei cartoni, che erano tanto diversi da quelli di oggi. Sarà che sono cresciuta con quelli, ma trovo che oggi si siano perse quella poesia e quella magia che ogni classico Disney contiene. Ratatouille rappresenta un'eccezione, sarà l'ambientazione gastro-parigina? Se non l'hai visto devi recuperare!
      Un abbraccio e buon fine settimana!

      Elimina
  7. quel piatto è identico a quello di Remy! Sei stata pazzescamente brava! ;-) Ratatouille, uno dei film che ho guardato più spesso per allenare il mio orecchio all'inglese! magico..
    baci!
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna, grazie! Sei troppo gentile :-) Guardare i film in inglese è un ottimo esercizio, anche se Ratatouille l'ho sempre visto in italiano perchè abituata a quei doppiatori!
      Un bacio e buona notte!

      Elimina
  8. Anche le tue foto sono bellissime...
    Ed io aspetto anche quelle della tua colazione di oggi... ;) :*

    RispondiElimina
  9. Quel film è bellissimo e mi è venuta voglia di rivederlo... oggi, con la passione della cucina che è esplosa, saprei apprezzarlo anche di più! :-)
    Resto stupita anche qui della tua abilità manuale... hai fatto un fiore di verdure, un bottone di bontà... che meraviglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La passione per la cucina non potrà che aumentare l'amore per quel film e sono proprio contenta di averti messo voglia di rivederlo!
      Mentre preparavo la ratatouille mi sentivo un po' come Rémy, ma a differenza sua io ero super concentrata per disporre la verdura in maniera precisa :-)
      Buona giornata!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...