venerdì 28 febbraio 2014

Crostata crumble alla cannella con confettura di fichi

Crostata crumble alla cannella con confettura di fichi

Siamo finalmente arrivati a venerdì! Voi ci credete? Io stento ancora a realizzare che la settimana è finita! Tra la pioggia che bagnava più del solito, i viaggi avanti e indietro sugli autobus e la pressione bassa, già martedì sognavo il weekend.
A completare il tutto in queste notti ho fatto dei sogni strani, ma erano talmente aderenti alla realtà che il giorno dopo ero confusa e non ero certa se quel che avevo in mente era successo davvero oppure no. Vi capita mai di sognare qualcosa di così reale da lasciarvi confusi? A me capita spesso di sognare scene realistiche, ma non capita così spesso che mi venga il dubbio se quei fatti siano realmente accaduti oppure no.
Il mondo dei sogni mi ha sempre affascinata moltissimo perchè dice tutto di noi: nel sogno emergono le nostre paure e le nostre speranze. A volte nel sogno diciamo frasi che non abbiamo il coraggio di dire nella realtà per paura di ferire qualcuno, altre volte grazie ai sogni viviamo delle esperienze che ci piacerebbe vivere ma che non sono ancora successe. Altre ancora visitiamo posti del mondo che non abbiamo mai visitato di persona ma che la nostra mente conosce grazie alle immagini viste. Poi ci sono i miei sogni preferiti, che sono quelli surreali: durante questi sogni posso stare sott'acqua respirando normalmente oppure parlo lingue straniere che forse non esistono nemmeno. Ho pensato più volte di annotare i sogni su un quaderno appena sveglia, quando i sogni sono ancora vividi nella memoria, ma per pigrizia non ho mai dato il via a questo progetto.
Per iniziare il weekend all'insegna della lentezza vi lascio una crostata. E' uno di quei dolci che spesso trascuro a favore di altre preparazioni meno tradizionali, ma anche una semplice crostata a volte è meglio di chissà quale dolce elaborato! Infatti è uno di quei dolci coccola, morigerato solo all'apparenza, che piace a tutti e che fa subito festa. Questa crostata è tra quelle che preferisco: la pasta frolla è più rustica di quella tradizionale e un po' sbriciolosa, grazie alla farina di segale e allo zucchero di canna, ma soprattutto la superficie è praticamente ricoperta di pasta (io, da golosa, sono una di quelle che ama la crostata per la pasta frolla, quindi più pasta c'è e meglio è!). La confettura ovviamente può essere sostituita da quella che avete in casa o da quella che preferite e la cannella può essere omessa.
Buon finesettimana a tutti e cercate di fare quello che vi piace!

Ingredienti:
  • 150 g di farina 00
  • 50 g di farina di segale
  • 100 g di burro freddo
  • 50 g di zucchero di canna *
  • un cucchiaino raso di cannella
  • 2 tuorli d'uovo
  • sale
  • 150 g di confettura di fichi
Procedimento:
Accendere il forno a 190° e imburrare uno stampo da crostata da 20 cm di diametro. In una ciotola, o con il mixer, sabbiare la farina con il burro tagliato a pezzetti, aggiungere lo zucchero, la cannella, un pizzico di sale i tuorli e impastare rapidamente fino ad ottenere un panetto liscio. Se occorre lasciar rassodare l'impasto in frigorifero (dipende dalla temperatura ambiente e da quanto si ha lavorato velocemente). Stendere un po' più della metà dell'impasto tra due fogli di carta da forno e foderare lo stampo, tagliare i bordi in eccesso e tenere da parte la frolla rimanente. Stendere la confettura di fichi all'interno del guscio di pasta, quindi coprirla con il rimanente impasto sbriciolandolo tra le mani. Cuocere per circa 35 minuti finchè i bordi non si staccano dallo stampo e sono dorati.
Lasciare raffreddare completamente la crostata prima di sformarla.

Se preferite potete cuocere la crostata in uno stampo quadrato in modo da ricavare tante barrette da portare in giro.

* Lo zucchero è volutamente poco per controbilanciare la confettura, che è piuttosto dolce. Se ritenete che per il vostro gusto non sia sufficiente oppure se usate una confettura meno dolce sentitevi liberi di aumentare la dose.

Ti è piaciuta questa ricetta?
Fammelo sapere nei commenti! E se decidi di prepararla, per farmi vedere come è venuta usa l’hashtag #zuccheroezenzero!

18 commenti:

  1. Anche a me capita, e pure spesso, di fare sogni legati alla realtà che vivo e con protagoniste persone che conosco e pure io mi sveglio confusa. Hai mai letto l'interpretazione dei sogni di Freud ? E' un libro che mi ha affascinato molto. Io i sogni li ho annotati per due anni quando nella notte dei tempi ho fatto psicoterapia: abbiamo lavorato molto sui sogni...ed è stato grandioso. Ho anche imparato ad interpretarmeli. Mi piace molto questa tua crostata. Molto azzeccata l'idea di un frolla rustica con farina di segale e zucchero di canna, perfetta per bilanciare il dolce della marmellata !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai approfondito Freud ma è da un po' che mi incuriosiscono i sogni e il loro significato e mi piacerebbe riuscire a interpretarli. Penso che presto lo leggerò, sai?
      Grazie e un bacione!

      Elimina
  2. a me, invece, hanno suggerito di non appuntare i sogni per lasciare libera la mente di cancellare ciò che vuole...magari si possono appuntare delle parole chiave o ciò che si è fatto durante il giorno, perchè i sogni sono spesso legati a qualcosa successo quel giorno o quello precedente ancora! venendo alla ricetta, invece, dico che te la invidio...mi piace tanto la crostata crumble, ma non ho ancora avuto occasione di provare a farla in casa: potrebbe essere il proposito per il nuovo mese! intanto qui http://vegeintable.blogspot.it/2014/02/about-versatile-blogger-award.html ho pensato anche al tuo bel blog per il Versatile Blogger Award...spero ti faccia piacere :-) a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A volte confondo la realtà con il sogno proprio perchè nel sonno vivo situazioni già vissute e magari sono convinta di aver fatto qualcosa che in realtà ho solo sognato. Effettivamente durante la notte la mente rielabora ciò che è accaduto durante il giorno e magari vuole liberarsi di alcune cose..
      Mi fa molto piacere che tu abbia pensato al mio blog, ora vengo a vedere il tuo post! :-)

      Elimina
  3. Che foto stupenda, questa crostata dev'essere davvero deliziosa :)
    Un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valeria, lo era proprio! E il bello è che cambiando confettura o farine ottieni un dolce sempre diverso ^_^

      Elimina
  4. I sogni ci lasciano sempre un po' sconvolti, che siano piacevoli o degli incubi...forse perché abbiamo paura di conoscere quella parte di noi che rimane nascosta, chissà... La tua crostata è bellissima e quel crumble la rende elegante e ancor più invitante! Un abbraccio e a presto, Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, a volte alcuni lati di noi emergono solo nei sogni, quando ci lasciamo andare completamente :-)
      Grazie Mary, a presto!

      Elimina
  5. A me capita di non ricordarli, sarò l'unica? Non credo di non sognare e questa cosa di non riuscire a ricordarli la trovo antipatica... anch'io ho letto l'interpretazione dei sogni di Freud, confermo che si tratta di un libro molto affascinante! La crostata è ottima, è come piacciono a me... un abbraccio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono delle notti in cui non ricordo che cosa ho sognato e capita soprattutto quando mi sveglio in maniera naturale: la sveglia spesso interrompe un sogno ed ecco che mi rimane in mente :-) Quel libro lo devo proprio leggere!
      Un bacione!

      Elimina
  6. Ah i sogni, vite parallele che procedono con noi, a volte si (con)fondono e hai ragione, sembrano così reali... io ho un'attività onirica molto intensa, mi ricordo spesso i sogni, alcuni mi si attaccano addosso durante il giorno, li rivivo, mi appaiono flash... a volte è un bene e altre no, dipende... :P Però se ci pensi sono un fenomeno meraviglioso... altre realtà, altre storie, altre emozioni...
    La tua torta crumble è bellissimaaaaa, quelle briciole così compatte ma divise, il colore perfettamente dorato, l'aspetto rustico, la bontà dei fichi, la forma rotonda che come sai mi trasmette sicurezza... :-) Brava, sei sempre una certezza per me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, che belle parole che mi hai detto! :-)E' proprio vero che i sogni sono vite parallele, siamo sempre noi ma spesso agiamo diversamente rispetto a quanto facciamo nella realtà. Spesso sono fonte di riflessione: a volte mi chiedo se una determinata cosa mi rende davvero felice oppure no quando nel sogno compio scelte diverse.
      Un bacione!

      Elimina
  7. Ciao, che delizia !
    Mi aggiungo ai tuoi lettori
    http://alelablogger.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra! Benvenuta nel mio blog e grazie per esserti unita ai lettori!
      A presto :-)

      Elimina
  8. come mi piace la cannella e come mi piacciono i fichi! L'hai fatta pensando a me? grazie. un bacio. eleonora
    http://eilbasilico.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, sono un po' streghetta ;-)
      Grazie Eleonora e buona giornata! :-)

      Elimina
  9. perché non mi sono ancora iscritta tra i tuoi followers?
    una torta così la sposo subito!
    saluti
    Su

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Su, benvenuta! Sono contenta che tu mi abbia trovata ;-) Questa torta l'ho adorata ed è da rifare anche con altre confetture! :-)
      A presto!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...