mercoledì 8 gennaio 2014

Zuppa di cime di rapa

Zuppa di cime di rapa

Il primo post dell'anno non poteva che essere un piatto caldo, confortante, gustoso ma leggero.
Le zuppe e le minestre in generale rappresentano un po' il mio mood del momento: dopo le giornate festive all'insegna dei cibi elaborati e degli immancabili dolci il corpo richiede un po' di tregua, quindi sì ai piatti leggeri e possibilmente vegetariani (ma questo non vuol dire che non siano buoni ^_^). Inoltre, per questo 2014, ho promesso a me stessa di vivere con più lentezza: ho passato anni a rincorrere "questo e quello" e a impormi rigide scadenze e qualche volta ho perso di vista ciò che di bello ha da offrirci il mondo che ci circonda. Ad esempio in questo periodo sto tirando fuori il mio lato creativo, dopo tanti anni, e ho riscoperto quanto mi piace passare il pomeriggio dietro attività manuali come il disegno o lo sferruzzamento.
In cucina la lentezza non mi ha mai abbandonata: anche quando ho la giornata piena di impegni se voglio sfornare un pane a lievitazione lenta lo faccio (dopo uno studio accurato della tabella di marcia) e dedico sempre ai pasti il tempo che meritano, perchè per me non sono solo un dovere, ma anche una fonte di benessere!
Quindi è con il tipico piatto che infonde in me buonumore e benessere che voglio iniziare l'anno e che sia di buon auspicio per tutti i giorni a venire. Ma ora ditemi un po' di voi: cosa vi mette di buonumore in cucina?

Ingredienti (per 6 persone):
  • 1 kg di cime di rapa
  • 250 g di fagioli cannellini secchi
  • 2 patate medie
  • mezzo porro
  • uno spicchio d'aglio
  • brodo vegetale caldo
  • sale e pepe
  • olio
Procedimento:
La sera prima mettere a bagno i cannellini.
Mondare le cime di rapa e sbollentarle in abbondante acqua; scolarle, tagliarle a pezzetti e metterle da parte. Affettare il porro, schiacciare lo spicchio d'aglio e lasciarli dorare in padella, quindi aggiungere le cime di rapa e passarle per qualche istante a fuoco medio. Mettere in una pentola capiente i cannellini ammollati e le patate sbucciate e tagliate a tocchetti, aggiungere le cime di rapa eliminando l'aglio e coprire con il brodo. Portare a ebollizione e lasciar cuocere per un paio d'ore a fuoco dolce mescolando di tanto in tanto e aggiungendo altro brodo se necessario, quindi regolare di sale e di pepe. A fine cottura prelevare una parte di zuppa, passarla col minipimer e rimetterla nella pentola. Mescolare e servire con qualche scaglia di pecorino o di parmigiano e un filo d'olio.

Ti è piaciuta questa ricetta?
Fammelo sapere nei commenti! E se decidi di prepararla, per farmi vedere come è venuta usa l’hashtag #zuccheroezenzero!

8 commenti:

  1. meravigliosa!!!!!!! a me mette di buonumore il cioccolato..o il riso latte :)) Un bacione grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai citato uno dei miei cibi "magici": il cioccolato! Se non ne sgranocchio almeno un quadratino al giorno non sono felice ;-)
      Un bacione anche a te!

      Elimina
  2. Leggerezza e lentezza... due parole che voglio anche io nel mio 2014... :-)
    A me mettono di buonumore il gelato, la panna, l'accoppiata mela e cannella e il crumble... :-) Ma quando cerco morbidezza e protezione, zuppe e vellutate non mancano mai in tavola... scaldano al primo cucchiaio e più hanno colori e meglio è... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A seconda delle necessità in cucina c'è sempre qualcosa che fa per noi, e quando a condividere il momento c'è una persona a noi cara i benefici aumentano esponenzialmente :-)

      Elimina
  3. Quanto mi manca lo sferruzzamento!! Condivido tutto di questo post, la voglia di vivere con maggior lentezza, piatti confortanti e addio alle rigide scadenze! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, che bello vederti qui! Mi auguro che riusciremo a fare tutto questo.. Anzi ne sono sicura! ;-)
      Grazie e a presto :-)

      Elimina
  4. In cucina mi mette di buonumore sporcarmi le mani e impastare, così come sentire il profumo di dolce che invade la stanza durante e dopo la cottura... :)
    Ti auguro di riuscire a vivere l'anno come lo desideri... :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ooooh, si! Quanto è bello sporcarsi le mani e tornare, per un attimo, bambini :-)
      Grazie Gloria :*

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...