lunedì 13 gennaio 2014

Pane integrale ai semi di finocchio

Pane integrale ai semi di finocchio

Ultimamente non faccio altro che pensare ai lievitati e l'arrivo a casa di un certo barattolino pieno di vita e desideroso di attenzioni non ha giovato! Così, quando ho un momento libero tutto per me, approfondisco l'argomento e studio blog italiani e non o libri di cucina alla ricerca del mio metodo definitivo per preparare il pane a lievitazione naturale.

Pane integrale ai semi di finocchio

Ho già fatto qualche esperimento con soddisfazione sempre crescente e ogni volta non vedo l'ora che una pagnotta finisca per poterne impastare una nuova e continuare la mia ricerca. Oltretutto ora che sono nel periodo di esami posso darmi agli esperimenti senza troppi vincoli di orari, visto che posso assecondare le esigenze dell'impasto e infornare anche in settimana (e poi penso che il profumo dell'impasto che lievita aumenti la mia produttività ^_^).
Nonostante tutto non ho abbandonato il lievito di birra, con il quale in questi anni ho accumulato un po' di esperienza, e questo pane è un esempio delle mie ultime creazioni.

Pane integrale ai semi di finocchio

A proposito di lentezza, questa ricetta non è certo catalogabile tra le ricette veloci (visto che si imbastisce un giorno e si cuoce l'indomani) però dà una grande soddisfazione: questo pane è croccante fuori e morbido dentro e i semi di finocchio lo rendono davvero molto particolare. La ricetta è ottenuta rielaborando quella del pane di grano saraceno, che è stata proprio una bella scoperta. Provatelo ad esempio con i salumi o con un velo di burro o al naturale, se preferite, e poi ditemi che cosa ne avete pensato!
Buona settimana a tutti ^_^

Pane integrale ai semi di finocchio

Ingredienti:
  • 200 g di farina manitoba
  • 200 g di farina integrale
  • 260 g di acqua
  • 8 g di lievito di birra fresco
  • 10 g di sale
  • 1 cucchiaio di semi di finocchio

Procedimento:
Sciogliere il lievito nell'acqua nella ciotola della planetaria, aggiungere circa 3/4 delle due farine miscelate e mescolare a bassa velocità con la foglia. Quando si sarà assorbita tutta la farina, aggiungere il sale e dopo poco la rimanente farina. Aggiungere i semi di finocchio e impastare per qualche minuto, quindi montare il gancio e far incordare l'impasto (sarà incordato quando si arrampica sul gancio e si stacca dalla ciotola).
Se non usate la planetaria il procedimento è simile e l'impasto sarà sufficientemente lavorato quando risulterà morbido ed elastico.
Mettere l'impasto in un contenitore infarinato in cui possa stare comodamente (l'impasto aumenterà di volume), coprire con pellicola e lasciar riposare un'ora a temperatura ambiente, quindi trasferire la ciotola nel frigorifero per tutta la notte.
Al mattino tirar fuori dal frigo la ciotola e aspettare che torni a temperatura ambiente (ci vorranno circa 2 ore, a seconda della stagione). Infarinare la spianatoia, rovesciare delicatamente l'impasto e allargarlo da sotto con movimenti delicati in modo da non sgonfiarlo. Arrotolare l'impasto partendo dal lato lungo, riallargarlo a rettangolo e ripetere l'operazione. Formare una palla, coprire con una ciotola a cupola e lasciar riposare per un'ora. Rifare le pieghe, mettere uno strofinaccio pulito e infarinato in uno stampo da cake, adagiare l'impasto nello stampo con l'apertura della piega verso il basso, coprire con i lembi dello strofinaccio e lasciar riposare per almeno 30 minuti al caldo.
Accendere il forno alla temperatura massima e mettere la leccarda nel ripiano più basso a scaldarsi. Delicatamente rovesciare il pane su una superficie infarinata (io ho usato una teglia capovolta), praticare dei tagli con un coltello affilato, far scivolare il pane sulla leccarda e cuocere per 20 minuti a 230°, quindi abbassare il forno a 210° e lasciar cuocere per altri 20 minuti. Alzare la leccarda in modo che sia a metà altezza e cuocere per 15 minuti a 200° a fessura (cioè con la porta del forno leggermente aperta). Il pane è cotto quando bussando il fondo si sente un rumore sordo. Se si desidera una crosta più croccante passare il pane sotto il grill per qualche minuto tenendolo sempre sotto osservazione per non bruciarlo. Lasciar raffreddare il pane in forno spento appoggiato su una parete del forno, in modo che stia in piedi.

Ti è piaciuta questa ricetta?
Fammelo sapere nei commenti! E se decidi di prepararla, per farmi vedere come è venuta usa l’hashtag #zuccheroezenzero!

10 commenti:

  1. Buonissimo e aromatico!
    Buona settimana,carina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è molto aromatico!
      Grazie e buona settimana anche a te! :-)

      Elimina
  2. Ma tu per caso guardi dentro la mia cucina e così capisci quali ricette pubblicare ogni volta per farmi gola e regalarmi sorrisi? :-) Perchè in questi giorni la mania-lievitazione sta colpendo anche me, forse perchè non l'ho mai fatto e allora le bustine di lievito di birra mi sembrano dei giochi bellissimi da sperimentare... Però devo ancora diventare brava come te... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo sulla stessa linea d'onda allora ;-)
      La lievitazione è proprio una cosa bellissima: vedrai che quando inizi non puoi più farne a meno e pian piano imparerai tutti i trucchi. Preparare l'impasto, andare a sbirciare sotto la copertina mentre lievita e poi la cottura sono dei momenti magici.
      P.S.: supercomplimenti per l'Acquisto (con la A maiuscola), non vedo l'ora di vedere le tue creazioni :-)

      Elimina
  3. Bello! Dovrei dedicarmi di più ai lievitati, eppure sono le ricette che secondo me danno maggiori soddisfazioni, ecco per esempio se riuscissi a sfornare un pane come il tuo farei i salti di gioia!! Bello davvero e immagino il buon profumo!! Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io adesso sono nel periodo in cui sfornerei un lievitato dietro l'altro! E' vero, anche secondo me sono tra le ricette che danno maggiori soddisfazioni perchè con pochissimi ingredienti si fanno delle vere e proprie magie :-)
      Grazie e a presto!

      Elimina
  4. Questo pane è meraviglioso! Deve essere buonissimo! Complimenti, molto molto molto brava. Ciao, presto
    Federica :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Sisi, è proprio buono e i semi di finocchio gli danno quel qualcosa in più :-)
      A presto!

      Elimina
  5. Questo pane dev'essere davvero buono :)
    Bravissima!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...