sabato 24 novembre 2012

La pasta frolla

Pasta frolla

Nonostante Dicembre non sia ancora arrivato, si respira già l'aria natalizia: i negozi sono tutti addobbati a festa, le luminarie sono già appese, i supermercati sono già ben forniti di panettoni e co. e in giro alcuni si augurano già 'buon Natale'. Nonostante ami questa festa, forse è ancora un po' presto per passare ai fatti. Prima di dare il via ai dolci natalizi, che a breve inizierò a fare, oggi vi parlo di una preparazione di base.
Quella di oggi infatti non è una vera e propria ricetta, più che altro perchè non è un dolce finito, ma è un post che contiene alcuni suggerimenti per preparare la pasta frolla, che è una delle basi della pasticceria. La pasta frolla infatti è molto versatile, perchè può servire per preparare la classica crostata con la marmellata, la torta con la frutta oppure svariate tartelettes o ancora semplici biscotti per l'ora del tè. Nonostante sia una preparazione piuttosto semplice e veloce, le possibilità di errore sono sempre dietro l'angolo: la pasta frolla infatti è una signora un po' permalosa perchè, se lavorata troppo, rischia di bruciarsi e voi rischiate di rimanere senza il dolce! Inoltre le piace esser trattata con le mani fredde e rapidamente (valla a capire!). Infine è possibile preperarla in quantità maggiori e congelarla divisa in panetti: prima di usarla occorrerà solo farla scongelare in frigorifero.
La prossima settimana, dopo averlo desiderato tanto, ritornerò per qualche giorno a Parigi e al mio rientro vi racconterò la mia esperienza. Avete qualche meta di qualunque genere da consigliarmi? Aspetto i vostri suggerimenti e a presto! :)

giovedì 15 novembre 2012

Baci di dama

Baci di dama

Era da un po' di tempo che non mi dedicavo alla preparazione di biscotti. Di solito li faccio di semplice pasta frolla aromatizzati alla vaniglia o al limone a seconda del mood e il più delle volte non ritaglio nemmeno le formine, ma li ricavo tagliandoli da un cilindro fatto con l'impasto. Solitamente mi dedico ai biscotti la domenica sera, un po' perchè richiedono poco tempo tra la preparazione e la cottura e un po' perchè, visto che durano diversi giorni, fanno iniziare la settimana in maniera un po' più positiva. Questa volta sono uscita  dai soliti schemi e ho preparato dei baci di dama: sono dei biscotti tipici del Piemonte che consistono in due biscottini molto friabili tenuti insieme da una goccia di cioccolato fondente. Naturalmente esistono tantissime varianti e tante altre si possono inventare, però ho preferito la versione classica. Le ricette che si trovano sia su internet che sui libri sono tutte molto simili e la maggior parte di esse prevede che gli ingredienti siano in parti uguali. La differenza sta nel fatto che alcune ricette usano le mandorle, altre le nocciole, altre entrambe. Io ho usato le mandorle, nonostante siano poco piemontesi, perchè non avevo nocciole in casa, però il dubbio rimane. Voi ne sapete di più a riguardo? Come sempre ho preferito mandorle non pelate e, al contrario di quel che indicano le ricette, ho preferito tritarle grossolanamente invece che ridurle in farina perchè trovo che in questo modo i biscotti siano più friabili e un po' più rustici. E poi, visto che Natale si avvicina, sono ideali come regalini golosi. Provateli! ;)

domenica 11 novembre 2012

Banana and nut bread


Banana and nut bread

Vi capita mai di avere in casa delle banane molto mature? A casa mia è un evento più che raro: non mancano mai tra la frutta, però non fanno in tempo a maturare che sono già finite e sono state rimpiazzate da un nuovo casco. Le banane infatti sono un ottimo spuntino di metà mattina in università o al lavoro, perchè sono sane e danno molta energia (non a caso la sottoscritta è fornita di un giallissimo porta-banane per portare la merenda sana e salva in università). Per questo motivo quando voglio mettere le banane nei dolci, cosa che non capita spesso, devo separarle da tutte le altre e lasciarle maturare, avvisando la famiglia che quelle banane stanno aspettando di esser trasformate in una merenda più golosa. Questa volta le banane sono diventate un banana bread: era da tantissimo tempo che non lo facevo, sia per il motivo di prima sia perchè mia sorella non è bananofila come me, quindi mi dispiace cucinare qualcosa che non a tutti piace. Il banana bread è un dolce anglosassone molto veloce da preparare (il metodo che ho usato io è quello che si usa per i muffin) ed è profumatissimo, per via della banana e della cannella. Inoltre rimane molto morbido, nonostante contenga poco burro, proprio per la presenza della banana. E poi è una coccola perfetta nelle giornate piovose e grigie. Questa volta ho aggiunto una manciata di noci per dare la nota croccante, ma volendo potete sostituirle con nocciole, altri tipi di noci oppure, per una versione ancora più golosa, con del cioccolato fondente tritato grossolanamente. Insomma, se avete delle banane mature in casa fatelo! Il valore aggiunto poi è che potete suddividerlo in tante fette, fasciarle singolarmente nella carta stagnola e congelarle: per colazione basterà o tirar fuori la fetta dal freezer il giorno prima oppure scongelarla in microonde.

mercoledì 7 novembre 2012

Cake lime e semi di papavero

Cake lime e semi di papavero

Quest'anno l'autunno sembra più che mai indeciso sul da farsi: non so da voi come siano le temperature, ma al mattino esco di casa col cappotto e le mani in tasca per salvaguardarle dal fresco mentre il pomeriggio si fa decisamente più caldo, complice il sole. Queste giornate mi sembrano più primaverili che autunnali, eppure siamo già al 7 di Novembre! Con la mente però sono già a temperature decisamente più basse, perchè sto sognando i guanti, il cappello di lana, le luminarie natalizie e anche un po' di neve. Intanto in casa i piatti si stanno facendo pian piano più invernali e più comfort come le zuppe, mentre per quanto riguarda i dolci non ho ancora sfornato qualcosa di veramente confortante e sostanzioso come solo i dolci al cioccolato sanno essere.
Il cake di cui vi parlo oggi infatti è al lime: è il secondo esperimento dopo il lime curd che faccio con questo simpatico agrume e anche questa volta sono rimasta molto soddisfatta. L'idea di abbinare il lime ai semi di papavero deriva dal classico abbinamento tra questi semini e il limone che ho provato in diverse occasioni e che mi lascia sempre piacevolmente sorpresa. I semi di papavero infatti danno una leggera nota croccante che in un cake non guasta, perchè rompe un pochino la monotonia. E poi è anche carino il fatto che la fetta sia a pois! Se non avete mai provato questo contrasto di consistenze vi consiglio proprio di testare di persona. La base di partenza di questa ricetta è quella del cake al limone di Felder che ho modificato cambiando sia i protagonisti che alcune quantità degli ingredienti.

venerdì 2 novembre 2012

Grissini integrali

Grissini integrali

Per una volta dopo tanto tempo finalmente riesco a godermi qualche giorno di riposo: complice il ponte, in questi giorni mi sono dedicata totalmente al relax, dimenticando una volta tanto la sveglia e la routine quotidiana. Al giorno d'oggi non capita molto spesso (almeno a me) di vivere in maniera slow assaporando i pasti, potendo fare colazione con calma in buona compagnia, dedicandosi alla lettura o a qualche buon film. Sono pochi gesti rigeneranti di cui ogni tanto sento proprio il bisogno, ma vi dirò di più: nel weekend prevedo di continuare su questa via, preparando magari qualche dolcino. E voi cosa avete in programma?
Era davvero tanto tempo che non mi dedicavo alla panificazione, eccetto ovviamente il pane fatto con la macchina del pane: quello infatti lo preparo più o meno ogni settimana da molti anni ormai. Questa volta avevo voglia di mettere le mani in pasta e di creare qualcosa di nuovo: non avevo mai fatto i grissini, non so nemmeno perchè, considerando che sono molto veloci e semplici da preparare anche nelle giornate pigre. Questa ricetta nasce poi dal desiderio di mangiare grissini croccanti ma senza strutto, perchè oggi è un'impresa difficile trovare dei buoni grissini che non lo contengano e poi perchè sono sempre fan di tutto ciò che è homemade, un po' perchè so cosa c'è dentro e un po' perchè è divertente preparare le cose in casa partendo dagli ingredienti scelti con cura. Buon weekend!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...