mercoledì 15 febbraio 2012

Thé d'épices


Di solito quando studio e fa freddo bevo qualcosa di caldo e si tratta quasi sempre di tè. Che sia verde, nero o bianco poco importa: vicino ai miei libri c'è sempre una tazza ricolma di tè fumante (che a volte è causa di qualche disastro: molte pagine ormai ondulate lo dimostrano!). Da sempre sono appassionata di quei tè natalizi caldi e speziati, quelli che richiamano le mille e una notte; a casa mia è tradizione berli dopo aver  fatto l'albero di Natale. In ogni caso nessuno vieta di berlo tutto l'anno!
Oggi avevo voglia di profumi natalizi e, visto che non avevo tempo di sfornare dei dolci, ho pensato di fare un tè speziato. Questo in particolare contiene le spezie che si usano nel pain d'épices, che è un dolce di origine francese che si usa mangiare durante le feste. Non ho profumato tutta la casa come accade con il dolce, ma il risultato è stato comunque piacevole!
Per le dosi ho usato l'istinto e le ho fatte secondo i miei gusti, ma ovviamente non ci sono vincoli: potete aumentare o diminuire le quantità, in base al risultato che volete ottenere (io ad esempio lo volevo leggermente pungente). Un'altra cosa: se non disponete di una teiera con il filtro o di un diffusore per il tè potete fasciare le spezie in una garza cercando di chiuderla bene.

lunedì 13 febbraio 2012

♥ tartufi alle nocciole



Visto che siamo vicini a San Valentino, oggi rendo omaggio alla mia passione per i dolci con questi tartufi alle nocciole, espressamente richiesti dai miei familiari (che io non esito mai ad accontentare ovviamente!). Dopotutto si tratta sempre di amore! La ricetta è venuta fuori quasi da sola, perchè avevo un'idea ben precisa in testa e nessuna ricetta tra quelle che avevo in casa mi andava a genio. Allora ho elaborato le dosi in modo che il composto venisse morbido quanto basta e il risultato è stato soddisfacente. Inoltre è una preparazione veloce e che non richiede l'uso del forno, quindi è perfetta per i momenti in cui avete voglia di qualcosa di buono e avete poco tempo.
Questi tartufi, riposti in una bella scatolina, possono diventare un regalo per il vostro 'valentino' (o la vostra 'valentina'), che sarà sicuramente felice di ricevere qualcosa fatto con le vostre mani. In ogni caso vi ricordo che vanno conservati in frigorifero e che prima si consumano e meglio è!
Ecco la ricetta:

giovedì 9 febbraio 2012

Caramelle russe


Tempo fa avevo trovato su uno dei miei tanti libri di cucina la ricetta di queste caramelle, ma chissà perchè non le avevo mai fatte (o era troppo caldo quando mi venivano in mente, o non avevo in casa tutti gli ingredienti...). Finalmente nel periodo natalizio mi sono rimboccata le maniche e le ho fatte, e devo dire che sono rimasta molto soddisfatta del risultato: tutti gli ingredienti si sentono e insieme creano un mix di dolcezza perfetto. Il modo più semplice per conservarle a lungo è fasciate singolarmente in carta stagnola e riposte in una scatola di latta o di vetro (anche se non so quanto riuscirete a resistere!).
Sono adatte a questo periodo freddo e tipicamente invernale, io consiglio di tenerne sempre qualcuna in borsa, perchè, tra una corsa e l'altra, regalano un piccolo momento di felicità. 
Eccovi la ricetta:

mercoledì 8 febbraio 2012

Brioche dello studente


Ciao a tutti!
Questo è il mio primo post ufficiale!
Negli ultimi mesi ho prodotto pochi dolci, perchè sono in periodo esami, tuttavia mi tengo sempre informata sulle ricette di dolcini, sia sul web che su riviste. Proprio l'altro giorno ho trovato la ricetta di una brioche molto semplice da preparare e che richiede pochissimo tempo, e ovviamente è stato amore a prima vista! L'ho battezzata ''brioche dello studente'' perchè è una preparazione senza impasto, ciò significa che non occorre tirar fuori elettrodomestici, ne' tantomeno lavorare a mano e a lungo come invece accade per la maggior parte dei lievitati.  La ricetta originale è tratta dal blog della ciliegina, però ho fatto alcune modifiche: al miele ho sostituito lo zucchero (in quantità maggiori) e ho aggiunto dell'uvetta, di cui vado pazza. Questa brioche si fa in due giorni almeno, perchè va fatta lievitare in frigorifero (si, avete letto bene), ma garantisco che la lavorazione è molto semplice e veloce!
Ecco la ricetta:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...