sabato 24 novembre 2012

La pasta frolla

Pasta frolla

Nonostante Dicembre non sia ancora arrivato, si respira già l'aria natalizia: i negozi sono tutti addobbati a festa, le luminarie sono già appese, i supermercati sono già ben forniti di panettoni e co. e in giro alcuni si augurano già 'buon Natale'. Nonostante ami questa festa, forse è ancora un po' presto per passare ai fatti. Prima di dare il via ai dolci natalizi, che a breve inizierò a fare, oggi vi parlo di una preparazione di base.
Quella di oggi infatti non è una vera e propria ricetta, più che altro perchè non è un dolce finito, ma è un post che contiene alcuni suggerimenti per preparare la pasta frolla, che è una delle basi della pasticceria. La pasta frolla infatti è molto versatile, perchè può servire per preparare la classica crostata con la marmellata, la torta con la frutta oppure svariate tartelettes o ancora semplici biscotti per l'ora del tè. Nonostante sia una preparazione piuttosto semplice e veloce, le possibilità di errore sono sempre dietro l'angolo: la pasta frolla infatti è una signora un po' permalosa perchè, se lavorata troppo, rischia di bruciarsi e voi rischiate di rimanere senza il dolce! Inoltre le piace esser trattata con le mani fredde e rapidamente (valla a capire!). Infine è possibile preperarla in quantità maggiori e congelarla divisa in panetti: prima di usarla occorrerà solo farla scongelare in frigorifero.
La prossima settimana, dopo averlo desiderato tanto, ritornerò per qualche giorno a Parigi e al mio rientro vi racconterò la mia esperienza. Avete qualche meta di qualunque genere da consigliarmi? Aspetto i vostri suggerimenti e a presto! :)

Ingredienti (per uno stampo da 20 cm o 6 tartelettes):
  • 200 g di farina 00
  • 100  di burro freddo
  • 100 g di zucchero
  • 2 tuorli
  • un pizzico di sale
  • buccia di limone grattugiata o vaniglia
Procedimento:
Tagliare il burro a cubetti, metterlo in una ciotola e impastare con la punta delle dita fino ad ottenere un composto simile alla sabbia; aggiungere il sale, lo zucchero, i tuorli e l'aroma scelto e impastare rapidamente fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Formare un parallelepipedo, fasciare il panetto di pasta ottenuto nella pellicola e lasciar riposare in frigorifero per almeno 30 minuti. Per fare la crostata stendere l'impasto col mattarello tra due fogli di carta forno (per non aggiungere ulteriore farina) fino ad ottenere uno spessore di 5 mm, quindi far riposare nuovamente l'impasto per circa 20 minuti. Foderare lo stampo imburrato e infarinato con la pasta: per farlo togliere un foglio di carta forno, appoggiare la pasta sullo stampo e quindi togliere l'altro foglio. Far aderire l'impasto allo stampo e tagliare i bordi in eccesso con un coltellino. Prima di infornare è consigliabile un ultimo raffreddamento. I tempi di cottura variano in base alle dimensioni e alla preparazione, comunque va cotta a 180° dai 20 minuti per la cottura in bianco ai 30 minuti per la crostata. Con gli albumi che vi rimangono potete fare questi.

Ti è piaciuta questa ricetta?
Fammelo sapere nei commenti! E se decidi di prepararla, per farmi vedere come è venuta usa l’hashtag #zuccheroezenzero!

13 commenti:

  1. Anche a me piace molto e confesso che non l'ho mai fatta a mani mie, mi sono sempre fatta aiutare dal bimby:-)
    Grazie per il post, cara.
    Un po' ti invidio che andrai a Parigi.. Allora attendiamo le foto! A Me piace molto Montmartre.. Pero' penso che l'avrai gia vista! E, se ti capita nel giorno giusto, farei una capatina al marche' aux puces per andare poi al
    Quartiere cinese che amo tanto per mangiare ai Tang Freres:-)
    Bon voyage:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merci! Mi sono segnata tutto! Un po' di mete turistiche e d'obbligo le ho già viste, questa volta vorrei anche dedicarmi a luoghi e percorsi alternativi, per assaporare la Parigi dei parigini. A presto! ^_^

      Elimina
  2. Mi sono aggiunt ai tuoi lettori in attesa di ricevere news su Parigi, io ci sono stata ormai 10 anni da ed è' BELLISSIMA!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Concordo con te, Parigi è bellissima! Allora a presto! ^_^

      Elimina
  3. Solo oggi ho scoperto il tuo blog, mi piace molto. Parigi è fantastica, anche io vorrei tanto essere lì in questo momento, si respirerà già l'aria natalizia che ti conquista immediatamente. Mangia tanti macarones anche per me.Conoscerti è stato un piacere. Mi unisco ai tuoi lettori.Eleonora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mi fa molto piacere! Anche io penso che ci sarà già aria natalizia (o almeno lo spero)! Al mio ritorno sarete aggiornati, quindi a presto! ^_^

      Elimina
  4. Ciao piacere di conoscerti, ho scoperto per caso il tuo blog e mi è piaciuto fin da subito. A Parigi ci ho lasciato il cuore, ci sono stata a settembre e ho visto di tutto e di più, se sei interessata a vari giri e ristorantini, passa da me e nell'indice delle ricette trovi un intero racconto della mia vacanza. Se ti serve qualche informazione più precisa poi non esitare a chiedere. Un bacione, Fede.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahh dimenticavo, mi sono unita ai tuoi lettori :)

      Elimina
    2. Ciao, è un piacere anche per me! Anche io ci ho lasciato il cuore e ci ritorno molto volentieri, anche perchè ogni volta è diversa dalla precedente. Corro subito da te per le note dell'ultimo minuto! A presto! :)

      Elimina
  5. Allora buon viaggio!!! Parigi è la mia città preferita :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Per me non è molto lontana dall'essere la mia città preferita! ^_^

      Elimina
  6. Ciao, innanzitutto complimenti per questo blog che è stupendo, mi sono unita ai tuoi lettori e spero mi verrai a trovare anche tu...Buon viaggio parigino, io adoro le quartier latin!!! :)

    www.dolcementeinventando.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie per essere passata di qui e per esserti unita ai lettori! A presto! ^_^

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...